Pubblicazione Accordo Stato-Regioni sulla Formazione alla Sicurezza

11 GENNAIO 2012: PUBBLICATO SULLA GAZZETTA UFFICIALE – SERIE GENERALE N. 8 L’ACCORDO STATO REGIONI SULLA FORMAZIONE ALLA SICUREZZA

  • L’Accordo integra l’Art. 37 del D.L.gs 81/08 (ci si riferisce alla Formazione dei lavoratori, dei dirigenti e dei preposti, non all’Informazione, né all’Addestramento).
  • La durata minima della Formazione (ore di corso e relativi aggiornamenti) viene indicata in funzione della Classe di rischio dell’Azienda/Attività Lavorativa.

La durata minima di Formazione Generale per tutti i lavoratori è di n. 4 ore alle quali saranno sommate le ore di Formazione Specifica in funzione della Classe di rischio di appartenenza.

Sintetizziamo i requisiti minimi secondo le Classi di rischio:

Formazione Specifica

Classe di Rischio Basso

Assicurazioni, Alberghi e Ristoranti, Commercio, Attività immobiliari, Artigianato, Associazioni culturali e sportive, Servizi domestici, Organizzazioni extraterritoriali.

n. 4 ore di Formazione Specifica

n. 6 ore di formazione di Aggiornamento quinquennale

Classe di Rischio Medio

Agricoltura, Pesca, P.A., Istruzione, Trasporti, Magazzinaggio, Comunicazioni, Assistenza sociale non residenziale.

n. 8 ore di Formazione Specifica

n. 6 ore di formazione di Aggiornamento quinquennale

Classe di Rischio Alto

Costruzioni, Industria alimentare,  estrattiva, tessile, legno, manifatturiero, lavorazione metalli, energia, rifiuti, raffinerie, chimica, sanità servizi residenziali.

n. 12 ore di Formazione Specifica

n. 6 ore di formazione di Aggiornamento quinquennale

Preposti

  • Oltre alla formazione minima prevista per i lavoratori (in funzione della classe di rischio di appartenenza, si aggiungerà un corso specifico di n. 8 ore.

Dirigenti

  • I dirigenti dovranno ricevere una Formazione minima della durata di n.16 ore suddivisa in 4 moduli aventi contenuti: Giuridico-normativo, Gestione e organizzazione della sicurezza, Individuazione e valutazione dei rischi, comunicazione, formazione e consultazione.

Lavoratori Stranieri: le modalità di erogazione dei corsi devono assicurare la comprensione dei contenuti formativi a tutti i lavoratori. Ove necessario la normativa prevede la presenza di un mediatore interculturale o di un traduttore.

Disposizioni transitorie (sintesi dei principali punti):

  • Dirigenti e Preposti: la formazione deve essere completata entro 18 mesi dalla pubblicazione dell’Accordo.
  • Neo –assunti: completamento della formazione entro 60 giorni dall’assunzione.
  • Lavoratori e preposti: per i quali la formazione sia stata erogata da più di 5 anni: obbligo di aggiornamento entro 12 mesi.

Requisiti docenti

  • I docenti possono essere esterni o interni all’Azienda purché qualificati in materia di salute e sicurezza sul lavoro (requisiti dimostrabili) .
  • Esperienza almeno triennale di insegnamento (o professionale) in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Organizzazione dei corsi

  • documentazione prevista (registro, nominativi docenti, programma, contenuti, dati partecipanti, ecc.)
  • n. massimo partecipanti: 35 unità.
  • obbligo frequenza 90% delle ore totali del corso

Metodologia didattica

  • Lezioni frontali, esercitazioni pratiche e discussioni
  • Metodologie di apprendimento interattive (problem solving, simulazioni, ecc.)
  • Dimostrazioni e prove pratiche nel contesto lavorativo

Sanzioni: l’art. 37 del D.L.gs 81/08 è sanzionato penalmente.

 

Lascia un commento