DECRETO LEGGE POST TERREMOTO IN EMILIA

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 131 del 7 giugno 2012 il Decreto–Legge 6 giugno 2012 n. 74 recante “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle provincie di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012″.

Il suddetto Decreto-Legge dispone gli interventi immediati da attuare per il superamento dell’emergenza, per la ripresa delle attività economiche e sui rifiuti e l’ambiente.

Riferimento importante: Art. 3, comma 7: “Al fine di favorire la rapida ripresa delle attività produttive e delle normali condizioni di vita e di lavoro in condizioni di sicurezza adeguate, nei comuni interessati dai fenomeni sismici iniziati il 20 maggio 2012, di cui all’allegato 1 al presente decreto, il titolare dell’attività produttiva, in quanto responsabile della sicurezza dei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche e integrazioni, deve acquisire le la certificazione di agibilità sismica rilasciata, a seguito di verifica di sicurezza effettuata ai sensi delle norme tecniche vigenti (cap. 8 – costruzioni esistenti, del decreto ministeriale 14 gennaio 2008), da professionista abilitato, e depositare la predetta certificazione al Comune territorialmente competente. “

Al comma 8, si precisa che: “il certificato di agibilità statica potrà essere rilasciato in assenza di carenze strutturali di seguito precisate, o eventuali altre carenze prodotte da danneggiamenti e individuate dal tecnico incaricato, o dopo che tali carenze siano state adeguatamente risolte:

  1. Mancanza di collegamenti tra elementi strutturali verticali e elementi strutturali orizzontali e tra questi ultimi;
  2. Presenza di elementi di tamponatura prefabbricati non adeguatamente ancorati alle strutture principali;
  3. Presenza di scaffalature non controventate portanti materiali pesanti che possano, nel loro collasso, coinvolgere la struttura principale causandone il danneggiamento e il collasso.”

Il certificato di agibilità sismica provvisorio, dovrà essere sostituito, successivamente alla risoluzione dei problemi sopraelencati (entro il 6 dicembre 2012) dal rilascio di un certificato di agibilità sismica definitivo e successivo alle citate verifiche di sicurezza.

Gazzetta Ufficiale  (serie generale N.131)

 

Per ulteriori informazioni:

Responsabile Settore Sicurezza Alessandro Cavalieri

alessandro@pasquiniconsulenze.it

Lascia un commento