1 Giugno 2015 – Nuove caratteristiche di pericolo rifiuti

I Regolamenti Europei 1357/2014UE e 2014/955/UE in vigore dal prossimo 1 Giugno, introducono novità in merito alla classificazione dei rifiuti pericolosi.

Nello specifico, vengono rinominate le caratteristiche di pericolo (da H a HP – Hazardous Property) nonché modificati i relativi limiti di concentrazione che risultano essere differenti da quelli attuali.

Le ditte produttrici di rifiuti dovranno adoperarsi al fine di verificare, prima dei conferimenti agli impianti finali di recupero/smaltimento, la corretta codifica in base alle nuove procedure.

Nel caso in cui il rifiuto da conferire sia “NON PERICOLOSO ASSOLUTO” (codificato in modo univoco dall’elenco CER come NP) non vi sarà la necessità di svolgere alcun accertamento;

Nel caso in cui il rifiuto da conferire sia riconducibile ad un CER “A SPECCHIO”, per stabilire se rientrante nella casistica di Non Pericoloso o Pericoloso, occorrerà procedere ad accertamento analitico;

Nel caso in cui il rifiuto da conferire sia “PERICOLOSO ASSOLUTO” (codificato in modo univoco dall’elenco CER come pericoloso), occorrerà procedere ad accertamento analitico per individuare le nuove classi HP.

Si precisa inoltre che:

  • L’obbligo normativo per l’individuazione del corretto CER e delle relative caratteristiche, è in capo al PRODUTTORE del rifiuto;
  • Antecedentemente al primo conferimento del “nuovo” rifiuto pericoloso (o “a specchio”), occorrerà procedere con l’accertamento analitico; successivamente, le tempistiche di nuove valutazioni sul rifiuto prodotto, dipenderanno dai Provvedimenti Autorizzativi dei vari impianti di destinazione (Prescrizioni, Regime Ordinario, Semplificato, ecc…).

Lascia un commento